Mese di Novembre, Piccoli

Didattica di base con Alessia

 

Questo mese di novembre è stato dedicato: 

  • alla creazione delle attività di Natale con l’adopero di bastoncini e tempere;

  • alla creazione di fiocchi di neve;

  • alla lettura e memorizzazione della poesia “Luci di Natale” di Rita Sabatini;

  • ad attività sui numeri da 1 a 5;

  • ad attività sui colori con l’utilizzo delle flashcards e di semplici schede.

Ai bambini di tre anni ho proposto inoltre, alcune schede di pregrafismo inerenti la stagione autunnale.

 

Didattica di base con Sheeve

 

This month we have continued on working on NUMBERS and COLOURS.

We have set some activities based on books we have been reading (“The Hungry Caterpillar” and “Brown Bear What Do You See?”) so the children had the possibility to work on something they were faimiliar with.

This month we have talked and made activities about THANKSVING, explaining the origin of the festivity and showing some interesting videos about it. We have learnt a song for Thanksgiving called “I AM LITTLE TURKEY” that the children loved to sing.

We used “The Hungry Caterpillar” book to work on NUMBERS, we set activities where children had to count and experience the concept of quantity.

For COLOURS we have been reading “Brown Bear What Do You See?” to recognise the animals and the different colours and match the animal with the right colour.

Psicomotricità con Chiara

 

Giochi ed esercizi di destrezza

Giochi con palla e cerchi.

Materiale diverso per volume,  peso e consistenza permette un progressivo adattamento degli esercizi alle possibilità del bambino. 

Esercizi che permettono di acquisire la padronanza del meccanismo del gioco,  del corpo e dello spazio gestuale ( passaggi della palla da una mano all' altra, lancio a destra ruotando il tronco..).

Attività con Maiko

Nutcracker activity

What is The Nutcracker ?

Learning the story of The Nutcracker.

Scarf activity by using The Nutcracker.

Music by Tchaicovsky

Handbells activity.

Learning music scales and colours of the bells.

*Enhance team work 

Discover instruments, Music instrument craft

We made rings with bells, and using it for singing Christmas songs.

Percussioni con Mirko

Report di Novembre:

Con moltissimo entusiasmo ci siamo dedicati completamente all'esibizione che faremo a Dicembre per la festa del Natale.

I bambini consapevoli di mettersi alla prova davanti ad un pubblico, hanno mostrato un grandissimo interesse nel voler imparare a memoria le parti cantate e ritmiche di alcune canzoni di Natale.

Jengle bells, Din Don Dan,Buon Natale in Allegria, Last christmas. Questi sono alcuni titoli delle canzoni che sono state preparate, per festeggiare il gran giorno. Insieme alla parte ritmica e  cantata abbiamo inserito anche delle piccole "coreografie" per coinvolgere anche con un semplice battito di mani chi ci osserva.

Arti Visive con Michela

 

Sperimentazione nell'aula di arte delle tecniche pittoriche:

collage con colla vinilica e pennello; acquarelli; i bambini hanno preso da soli l'acqua, i fogli ed aperto in autonomia gli acquarelli.

Utilizzo del geopiano e creazione di assemblage con spugne e stuzzicadenti, attività svolte nel piccolo gruppo di n.3 massimo bambini.

Creazione dello spazio sensoriale Reggio Approach nell'aula di rifermento .

In classe sono state predisposte delle differenti aree tematiche dove i bambini hanno potuto:

- Sperimentare il pongo con delle variazioni

- Creare assemblage con dischi di rami di Pino, Betulla, con altri materiali quali spugne e vassoi girevoli.

- Hanno utilizzato la lavagna luminosa digitale osservando alcune somme cromatiche e leggendo "+ e-" di Bruno Munari

- Hanno utilizzato il caleidoscopio e i cannocchiali

- Hanno provato l'interazione di alcuni materiali quali Pluriball, Pelo sintetico e Tulle.

Reggio Emilia Approach, qualcosa in più:

I linguaggi espressivi e poetici sono diventati parte del processo attraverso il quale si struttura la conoscenza stessa. 

L’Atelier diviene quindi il luogo della ricerca, dell’invenzione, dell”empatia, che si esprime attraverso “100 linguaggi” e che espandendosi oltre l’età dell’infanzia comprende anche l’età adulta, fino all’anzianità." Così la figura del'atelierista nelle scuola di Reggio affianca quello delle insegnanti affinchè il bambino davvero possa sviluppare i suoi 100 linguaggi di cui parla Loris Malaguzzi e sia messo nelle condizioni di fare, non solo di assimilare passivamente.

Per ulteriori informazioni:

www.reggiochildren.it