Approccio pedagogico

A chi ci ispiriamo:

Il focalizzarsi sulla psicologia dell’alunno e non su quella dell’insegnante ha un precedente storico nella pedagogia attiva.

Alcuni dei nostri riferimenti sono modelli illustri dell'educazione: Maria Montessori, Loris Malaguzzi, John Dewey, John Heinrich Pestalozzi. Applichiamo al nostro approccio educativo il Reggio Emilia Approach e ci rifacciamo al metodo Bruno Munari per incoraggiare lo sviluppo creativo.

Siamo, oltre che una scuola bilingue, anche una scuola musicale: crediamo fortemente nell'impatto che la musica, utilizzata come linguaggio, ha sulla mente del bambino e sul suo sviluppo cognitivo.

È con una punta di orgoglio che ci definiamo sempre aggiornati per quanto riguarda l'educazione, tanto da aver ospitato anche i tirocinanti di Scienze della Formazione Primaria dell'Università di Bergamo, dalla quale siamo stati contattati per iniziare questo percorso.

Il nostro concetto di "scuola":

Pur ispirandoci a rinomati luminari dell’educazione, i nostri insegnanti non si limitano ad applicare un metodo. Nel corso degli anni, oltre a tenerci costantemente aggiornati, abbiamo sperimentato più approcci a seconda del bambino che riceve le nostre attenzioni.

Pensiamo alla scuola come a un abito: è lei che si deve adattare al bambino, non il contrario. Per questo motivo ci piace dire che tutti i quaderni dei nostri bambini sono diversi: ognuno di loro ha differenti attitudini e interessi, che vanno incoraggiati e non smorzati, all'insegna del gioco e dello stimolo creativo. Tutto questo, sempre immersi in un contesto bilingue.

I nostri ambienti e le attività:

Con questi presupposti, Alice Parco dei Bimbi può contare su un ambiente scuola sicuro, stimolante e accogliente, uno staff coeso, entusiasta, amante dei bambini e attento a ognuno di loro.

Una volta separati i bambini in nelle fasce 2-3 anni e 4-5 anni, ogni attività didattica verrà svolta in gruppi ancora più ristretti, di 5 o 6 bambini, per permettere alle insegnanti presenti di dedicare la loro completa attenzione a ogni alunno.

Operare con pochi bambini permette alle insegnanti di osservarli al meglio nelle loro scoperte, incoraggiando il loro apprendimento autonomo, lasciandoli liberi di “fare”.

 

A tale scopo, nella scuola ci sono aule appositamente attrezzate per i laboratori creativi, manuali, grafico-pittorici, angoli dedicati al gioco, spazi per le attività psicomotorie, ma anche sezioni per diversi tipi di attività linguistiche, logico-matematiche, scientifiche, musicali, perfino uno spazio per praticare l’arrampicata e un’aula adibita all’apprendimento attivo della lingua inglese.

 

I bambini sono incoraggiati all’esplorazione anche tramite uscite sul territorio: siamo, infatti, l'unica scuola che fa delle "mini vacanze" di più giorni.

La conoscenza del mondo esterno alla scuola, anch’esso da esplorare sotto la guida attenta e amorevole delle educatrici, consente ai bambini di approfondire, sistematizzare e interiorizzare ciò che hanno appreso in aula.

Scuola ecosostenibile:

 

Per quanto possano essere esteticamente belle da vedere, non ci vedrete fare collane di pasta con i bambini; l’attenzione al cibo come risorsa, al concetto del “non sprecare”, l’educazione alimentare, si inseriscono in un contesto più ampio di sostenibilità che la scuola porta avanti con convinzione. 

 

Ci consideriamo una scuola green, attenta agli sprechi e al buon utilizzo delle risorse a nostra disposizione e a disposizione dei bambini, in modo da insegnare fin da subito anche a loro, i cittadini di domani, come amare e rispettare il nostro pianeta.

Crescere non è un processo che riguarda soltanto se stessi, ma un percorso che comporta il relazionarsi con gli altri, con l’ambiente che ci circonda, anche e soprattutto quando esso cambia e mette il bambino di fronte a nuovi stimoli e attività.

 

Per questa ragione sosteniamo e applichiamo appieno il concetto di outdoor education, letteralmente educazione all’aperto, per ricollegare e riconnettere i bambini a una dimensione di gioco e di scoperta fatta di natura, di costruire, anche di sporcarsi un po’ le mani se dovesse servire: insomma, di fare esperienza. Si tratta di ripensare l’ambiente esterno non soltanto come lo sfondo dei giochi dei bambini, ma come una vera e propria cornice educativa, che diventi parte integrante del processo di crescita.

Dietro a tutto questo c’è sempre il nostro staff, attento e vigile, per fare in modo che ogni bambino scopra se stesso, gli altri e l’ambiente attorno a sé in totale sicurezza e armonia.